Cristianesimo insoddisfatto

Allora Giosuè parlò alla casa di Giuseppe, a Efraim e a Manasse, e disse loro: «Voi siete un popolo numeroso e avete una gran forza; non avrete una parte sola; ma vostra sarà la regione montuosa; e siccome è una foresta, la dissoderete, e sarà vostra in tutta la sua distesa, poiché voi scaccerete i Cananei, benché abbiano dei carri di ferro e benché siano potenti» (Giosuè 17:17-18)

I figli d’Israele presero possesso della terra promessa, secondo i confini stabiliti da Giosuè. La tribù di Giuseppe, rappresentata dalla discendenza dei due figli: Efraim e Manasse; fece presente a Giosuè la seguente rimostranza: «Perché ci hai dato come eredità un solo lotto, una parte sola?…». (Gios. 17:14). In sintesi, si lamentavano del territorio a loro assegnato. Non erano soddisfatti! Lo consideravano un territorio piccolo per loro, perché erano numerosi come tribù. Questa parte della terra promessa, era una zona montuosa, non vi era tanto spazio per abitare, c’era la foresta. A queste difficoltà si aggiungeva il fatto che gli abitanti, i Cananei, possedeva carri di ferro. Le tribù di Efraim e Manasse fecero presente a Giosuè le loro lamentele. Giosuè rispose che questa era la loro parte assegnata e dovevano solo conquistarla, nonostante, le difficoltà rilevate (vv. 17-18).

Carissimi, vi sono credenti che mostrano insoddisfazione perché si trovano ad affrontare una vita cristiana farcita da problemi: zona montuosa, foresta da disboscare e “carri di ferro”, (situazioni difficili). Dinanzi a questa realtà, si vive un cristianesimo insoddisfatto, come i figli di Giuseppe, che volevano una zona pianeggiante, senza alcun problema e facile da conquistare. Giosuè non cambiò il territorio a loro assegnato. Sarebbe utile lamentarci di meno e conquistare di più, confidando nel Signore che ha promesso: io sono con voi tutti i giorni (Matt. 28:20).

Dio ci benedica!

A cura del Past. Dott. Antonino Carlo Manuguerra

Print Friendly, PDF & Email

Se ti piace, condividilo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*