La forza di gridare

Gridare

“Ed ecco una donna cananea di quei luoghi venne fuori e si mise a gridare…” [Matteo 1:22]

Gridare. Quante grida si elevano ogni giorno. Per svariati motivi, più o meno leciti e ragionevoli, laddove non arriviamo con le normali parole pensiamo di poter raggiungere l’obiettiva con il nostro gridare.

Proprio come la donna descritta da questo versetto della Bibbia, esclusa per motivi etnici dalla possibilità di vedere Gesù. Quando udì che il Signore passava nella sua città, uscì da casa sua e cominciò a gridare implorando la Sua pietà per la figlia gravemente tormentata.

Ti invitiamo ad avere la stessa passione e zelo verso Colui che può ogni cosa.

A volte lanciamo invano il nostro grido verso persone o istituzioni che non possono aiutarci veramente, così le nostra urla s’infrangono sul muro del disinteresse o dei limiti umani e della scienza. Questa donna si era sgolata invocando l’aiuto per la figlia, ma senza ricevere risposta. Non aveva però perso la speranza, né la voce, perché la figlia era, per lei, la cosa più importante. Trovò la forza di gridare ancora una volta! Nonostante le opposizioni dei discepoli che volevano cacciarla dalla presenza di Gesù, ella gridò: “Signore, aiutami!”. Proprio quando sembrava che anche quel grido cadesse nell’oblio, ecco che Cristo premia la sua fede.

In antichità, molti anni prima di questo episodio biblico del nuovo testamento, un antico re del popolo di Giuda stava combattendo in una terribile battaglia. Il re suo alleato lo aveva ingannato e lo aveva esposto ai suoi nemici mentre lui era al sicuro nelle retrovie. Parliamo di re Giosafat che nel mezzo della battaglia, proprio quando era accerchiato e non aveva più speranze… trovò le forze per gridare a Dio (2 Cronache 18:31)

Anche se sei stanco, accerchiato dai nemici e nel tempo tante delle tue grida si sono dissolte nel vuoto, trova oggi  la forza di gridare ancora, ma al Signore! Gesù risponderà presto.

Tratto da “la parola giorno per giorno” ADI MEDIA

Print Friendly, PDF & Email

Se ti piace, condividilo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*