Superficialità

superficialità

“Allora Lot uscì, parlò ai suoi generi che avevano preso le sue figlie,e disse: ‘Alzatevi, uscite da questo luogo, perché il Signore sta per distruggere la città’. Ma ai suoi generi parve che volesse scherzare” (Genesi 19:14)

È terrificante, ma i generi di Lot pensarono che il suocero volesse scherzare. Questa superficialità costò loro la vita. Probabilmente i generi non credevano al Dio di Lot, quindi nemmeno alle sue parole. Per quanto egli li supplicasse, non lo presero sul serio. Probabilmente pensarono che il vecchio suocero non era altro che un profeta di sventura. L’ira di Dio, però, manifestò il giudizio contro quella città, sentenza che condannò anche loro.
A dispetto di tutto quello che succede nel mondo, la gente è propensa a credere che le cose prima o poi si aggiusteranno, quindi, perché prepararsi? Perché prendere sul serio certi discorsi che ci rendono tristi? Molto meglio non pensarci.

Sarebbe invece saggio domandarsi: perché attirarsi l’ira di Dio, quando con molta semplicità si può essere salvati per mezzo di Cristo Gesù? Egli è morto ed è risuscitato affinché tu abbia la vita eterna. Dio non desidera la tua perdizione, ma la tua salvezza. Gesù disse: “Chi ascolta la mia parola e crede a Colui che mi ha mandato, ha vita eterna; e non viene in giudizio, ma è passato dalla morte alla vita” (Giovanni 5:24). Cristo non scherza, Egli ti vuole e ti può salvare. Prendi sul serio la Sua Parola e metti in salvo la tua vita.

Tratto da “la parola giorno per giorno” ADI MEDIA

Print Friendly, PDF & Email

Se ti piace, condividilo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*