Vincere la tempesta

Pietro gli rispose: «Signore, se sei tu, comandami di venire da te sull’acqua». Egli disse: «Vieni!» E Pietro, sceso dalla barca, camminò sull’acqua e andò verso Gesù. (Matteo 14:28- 29)

Nella tempesta si possono fare esperienze personali. Simon Pietro vivrà un’esperienza che non dimenticherà mai più: camminare sulle acque. Camminare sulle acque è una cosa impossibile agli uomini, diventa ancor più difficile farlo in mezzo ad una tempesta. Simone, dopo aver sentito la voce di Gesù che affermava: Coraggio, sono io; non abbiate paura!, esprime una richiesta particolare: Signore se sei tu, comandami di venire da te sull’acqua. Simone stava vivendo un momento di profonda incertezza. La sua vita era sballottata dalle onde del mare in tempesta, il vento che soffiava incuteva paura, e poi, Gesù che si avvicinava a loro in piena notte, camminando sulle acque tutto risplendente. Alla vista di un essere risplendente, i discepoli esclamano: è un fantasma! Quante volte, immersi nelle nostre tempeste viene a mancare il solido terreno della sicurezza, della certezza e della pace. La tempesta, non è solo esterna alla nostra esistenza, vi sono tempeste dentro di noi, abbiamo cuori e menti agitati, in confusione. Pietro voleva certezze, desiderava vincere quel momento di avversità. Se desideri avere stabilità nella tempesta, devi dirigere la tua vita verso il Signore, come fece Pietro, chiese a Gesù: Signore … comandami di venire da te. Nella tempesta è propizio che ogni credente si avvicini a Gesù e non si allontani dal Signore. Simone, come esperto pescatore sapeva che non si può camminare sull’acqua, ma riconosceva l’autorità di Gesù e chiese il permesso, la parola del Signore. Il Signore gli ordinò: Vieni! Una sola parola basta a Gesù per governare la tempesta, Simone aggrappatosi a quella Parola camminò sulle acque. Carissimi, si vince la tempesta se abbiamo fede in Gesù e nella Sua Parola.

Dio ci benedica! 

A cura del Past. Dott. Antonino Carlo Manuguerra

Print Friendly, PDF & Email

Se ti piace, condividilo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*