Convinti e persuasi

convinti“Quando sarà venuto, convincerà il mondo quanto al peccato” [Giovanni 16:8]

Essere “convinti di peccato” significa ricevere una profonda e autorevole azione che lo Spirito Santo compie nell’uomo, conducendolo alla comprensione del proprio stato di miseria e alla confessione della propria ingiustizia davanti alle leggi di Dio. Non si tratta di una forzatura minacciosa o di subdola induzione.

La convinzione operata dal Consolatore è un dialogo tra Dio e l’uomo, dolce ma molto franca e chiara, che mette a nudo il cuore umano. Questa convinzione non mira ad accusare l’uomo facendolo affogare nella colpa, bensì a rialzarlo dal peso del peccato e dai rimorsi.
Sul Calvario, dove Cristo ha espiato i nostri peccati, Dio ha aperto il dialogo di riconciliazione con tutta l’umanità ed è oggi ancora aperto personalmente con ogni uomo che Lo cerca con cuore sincero.

Lo Spirito Santo, allora, mette l’uomo davanti alle sue responsabilità, ma non lo porta verso la condanna, anzi, gli indica la via del perdono e lo allontana da essa. Questa è il punto dove ha inizio la via della salvezza, la vita eterna.

Se Dio ti sta parlando, non respingere la Sua benevola persuasione, soffocando la tua coscienza, ma accogli Cristo nel cuore e confessalo quale tuo Signore.

Tratto da “la parola giorno per giorno” ADI MEDIA

Print Friendly, PDF & Email

Se ti piace, condividilo!

Lascia un Commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.I campi obbligatori sono evidenziati *

*